Philips Lighting Philips Hue Lucca Lampada da Parete da Esterno E27 – buona fattura e facile installazione

Philips sta ampliando la gamma hue aggiungendo lampade per l’esterno. Questa in particolare ha un incredibile pregio: la possibilità di sostituire la lampadina. Personalmente infatti guardo sempre con diffidenza a quelle lampade dove non è possibile sostituire il led: se per un motivo qualsiasi la lampada smette di funzionare dopo il termine della garanzia bisogna cestinare tutto. Per fortuna non è il caso di questa philips lucca. Quella fornita è del tipo white ma nulla vieta di sostituirla con una color già in nostro possesso. La qualità costruttiva del portalampada è buona ed il design moderno e gradevole. L’installazione è un gioco da ragazzi se avete dimestichezza con questa tipologia di installazioni dato che si tratta semplicemente di collegare fase e neutro derivati dall’impianto elettrico di casa. Inutile quindi ricordarvi che tutto potrà essere gestito dall’app per come accade con le altre lampade del sistema hue ottenendo infinite possibilità di personalizzazioni. Peccato per l’assenza di viti e tasselli per il fissaggio a muro. Il mio consiglio è di acquistarne almeno un paio per poter creare scenari semplici nelle zone esterne a ridosso della casa.

Questa lampada da parete per esterno, è parte del sistema hue della philips che, per chi non ne fosse a conoscenza, è un tipo d’illuminazione con funzioni domotiche piuttosto spinte. Ciò che lo caratterizza è un funzionamento che ho trovato, in circa un anno di utilizzo, pressoché perfetto. La sua caratteristica è la semplicità d’installazione che la differenzia da altri sistemi simili piuttosto complessi da installare, in quanto, richiedono competenze tecniche appannaggio solo degli specialisti del settore. Con hue basta collegare una centralina denominata bridge hue al proprio modem router, per fare in modo che tutte le luci ad esse collegata, possano essere comandate in modalità wireless, con diversi dispositivi. Installando l’apposita applicazione software sui propri device, progettata sia per sistemi android che ios , è possibile programmare tutte le luci ad essa collegate, stabilendone i moltissimi scenari per tutte ore del giorno. Possiamo decidere, ad esempio, un tipo di sveglia luminosa mattutina, caratterizzata da una certa intensità oppure da colori luminosi di nostro gradimento. Possiamo stabilire a che ora fare in modo che le stesse si accendono o si spengono. Possiamo comandare da remoto, ad esempio quando non siamo in casa , l’accensione delle stesse e/o lo spegnimento ecc. Alternativamente, oppure in modo complementare, è possibile svolgere parte di tali funzioni per mezzo di un telecomando (opzionale), attraverso il quale, in maniera semplice ed immediata, si può variare intensità, temperatura e colore delle lampade. Quest’ultima possibilità è resa possibile solo a chi è in possesso delle lampade modello color.

La lampada convince già dopo essere spacchettata. Sono rimasta sorpresa dalle sue dimensioni, in quanto più grandi di quel che mi aspettavo. Il montaggio è semplicissimo come qualunque altra lampada che va montata a terra. Il collegamento con il sistema hue (se lo utilizzassimo) avviene semplicemente aggiungendo la lampada alla app della casa intelligente. Lampada ha un aspetto molto moderno ed esteticamente attraente. Mix di alluminio smaltato e plastica rigida di qualità. Dobbiamo munirci di cavo della lunghezza adatta a quella necessaria. Lampadina in aggiunta fa la luce direi calda, ma possiamo cambiare la sua intensità tramite app.

Cercavo una lampada a parete per l’esterno e la lunga attesa mi ha premiao. Questo prodotto della philips è fenomenale. Una linea unica, da invidia per chi la guarda. La possibilità di regolare la luminosità, timer e tutto cio’ che hue mette a disposizione, non ha precedenti.

Secondo prodotto della serie lucca hue che ho modo di recensire, si tratta dell’ultima novità inserita nel catalogo hue di philips ovvero articoli della linea per esterni, in pratica si tratta di colonnine e plafoniere pensate e realizzate per l’installazione con certificazione ip44 quindi capaci di resistere a pioggia anche forte da varie direzioni. Ho in test due degli articoli appartenenti a tale serie lucca, per la precisione una plafoniera da parete e questa colonnina da esterni 14. 2 x 40 cm (ne esiste anche una versione alta 70 cm, un vero e proprio paletto), a dispetto della bella confezione in realtà all’interno troverete ben poco, unicamente la colonnina divisa in sue settori, le istruzioni, e la lampadina hue a led. La base della colonnina comunque dovrà essere aperta con una apposita chiavetta torx che troverete in un sacchettino insieme ad una guarnizione passacavo da utilizzare per rendere il più possibile stagno l’interno, innestandola nel foro apposito, questo per far passare il cavo di alimentazione (non incluso) che dovrete avere già portato sul punto di posala parte bianca traslucida è in plastica ma visto il costo complessivo me la aspettavo almeno in vetro. Solo lo chassis antracite è in metallo. Per il fissaggio considerate che il suo peso si aggira sui 1400 grammi comprensivi di lampadinala lampada hue fornita in dotazione è una di tipo bianco caldo 2700 gradi kelvin con attacco e27, potenza 9. 5w e lumen massimi 806, vi rammento prima di chiudere il tutto di segnarvi il numero di serie perché è importante per un corretto pairing con l’hub centrale. Detto questo lascio le mie ultime considerazioni al sistema hue, unica modalità per poter gestire queste lampade da esterno è appunto l’accoppiamento con una centralina detta hub venduta separatamente, che deve essere connessa ad internet per permetterci una agevole configurazione e gestione dell’impianto con accensioni programmate, oppure legate a schema alba/tramonto o ancora gestibile remotamente oppure in base alla nostra georeferenziazione grazie al gps dello smartphone, ne amo la facilità di installazione, la semplicità nella configurazione dei locali e dei punti luce sia interni che esterni, le soluzioni luminose, quasi pittoriche, già presenti in grado di creare ambienti caldi e confortevoli ma nel contempo ne detesto la assoluta dipendenza dalla rete dati, il necessario cablaggio del bridge e soprattutto il costo esorbitante non solo del kit ma soprattutto di lampadine ed accessori aggiuntivi. Il software di gestione all’interno del bridge così come quello presente nelle lampadine viene aggiornato remotamente senza particolari problematiche, qualche anomalia potrebbe manifestarsi in caso di black-out alla riaccensione di router e bridge che inevitabilmente porta a una illuminazione completa delle lampadine.

Prima di farvi leggere oltre chiariamo che stiamo parlando del sistema di luci connesso wireless hue della philips. Un sistema appunto, che necessita, come minimo, di un philips hue bridge 2. Detto questo il piedistallo porta letteralmente la magia di hue fuori casa, in giardino o sul patio o dove volete voi. Va da sè che che la spesa per l’acquisto di minimo due piedistalli non è irrisoria ma se conoscete i prodotti hue saprete già che non parliamo di articoli cheap. Il piedistallo che ha il nome di un bellissimo capoluogo toscano è un cilindro alto 40cm e con diametro di 14,2cm. Pesa circa 1,3kg ed è in alluminio di color antracite. Ospita una lampadina installata su attacco e27. La lampadina è inclusa, ha una potenza di 9,5w, pari a 60w di una lampadina ad incandescenza, ed emana una luce bianca calda per max 806 lumen totali. La durata dichiarata è di circa 25.

Questa lampada fa parte della serie philips hue. Una linea di prodotti nati per poter realizzare semplici sistemi di illuminazione domotica domestica. E’ un modello da esterni (resistente all’acqua ip44) per installazione a parete. Compresa nella confezione c’è anche una lampadina, naturalmente della serie hue, con attacco e27 e potenza da 9 watt (corrisponde a 60 watt ad incandescenza) e 806 lumen. Le dimensioni sono 21,5 x 17 x 11,5 cm. Il montaggio è semplicissimo: basta fissare alla parete il supporto in plastica posteriore con due viti (non comprese nella confezione) e collegare i fili della corrente al morsetto interno. Dal punto di vista estetico ovviamente può piacere oppure no. Personalmente l’ho trovata molto bella con una struttura in metallo color antracite che offre un bel contrasto cromatico con la parte bianca in plastica. Questa lampada per poter funzionare al meglio deve essere inserita o in un sistema hue già presente in casa, oppure è necessario acquistare un philips hue bridge 2. 0 controllo del sistema hue, compatibile con google assistant che permette di collegarsi alla rete domestica e di utilizzare l’app per controllare le luci tramite smartphone. Voici les spécifications pour le Philips Lighting Philips Hue Lucca Lampada da Parete da Esterno E27:

  • Clicca qui
    per verificare la compatibilità di questo prodotto con il tuo modello
  • Espandi il tuo sistema Philips Hue anche all’esterno
  • Imposta le luci all’ora che preferisci
  • Controlla le luci quando sei fuori casa
  • Resistente all’acqua (IP44)
  • Collega le tue luci Philips Hue con il Bridge per controllare le luci dal tuo smartphone o tablet tramite l’app Philips Hue

La lampada è ben curata e di facile montaggio. Non ho avuto alcun problema a farla riconoscere al bridge. Unico neo la lampada che, essendo di 8,5 w fuori non fa molta luce.

La lampada convince già dopo essere spacchettata. Sono rimasta sorpresa dalle sue dimensioni, in quanto più grandi di quel che mi aspettavo. Il montaggio è semplicissimo come qualunque altra lampada e il collegamento con il sistema hue (se lo utilizzassimo) avviene semplicemente aggiungendo la lampada alla app della casa intelligente. Plafoniera ha un aspetto molto moderno ed esteticamente attraente. Mix di alluminio smaltato e plastica rigida di qualità. Un po deludente l’interno, con precisione la staffa con i cavi per il montaggio. Lampadina in aggiunta fa la luce direi calda, ma possiamo cambiare la sua intensità tramite app.

Taglia:21.5 x 17 x 11.5 cm
Descrizione, Ora puoi espandere il sistema Philips Hue anche all’aperto. La lanterna da parete può essere collegata al tuo Birdge Hue e puoi utilizzare tutte le funzioni che già conosci di Philips Hue: controllo da remoto, geofencing e programmare le tue luci (il Birdge Hue è venduto separatamente).

Contenuto della confezione,

Giudizi di clienti che hanno acquistato:

  • Mitica Hue!
  • buona fattura e facile installazione
  • La domotica in giardino

E’ un cilindro di alluminio alto 40 cm. Le parti che vedete traslucide non sono di vetro, è plastica. Niente cablaggi nella scatola, i cavi per i collegamenti dovete averli voi. Questa splendida lampada da giardino, che porta fuori casa la domotica philips hue, si presenta come il tassello di un puzzle che, per funzionare, necessita di altri tasselli (come minimo un hub hue) e che andrà a far parte di un progetto di illuminazione esterna. Ora, la lucca fa una bellissima luce, diffusa e soffusa e si posiziona, ben dimensionata, con stile nell’ambiente. Appare solida e ben rifinita, completa di lampada. Posseggo lampade interne della serie hue, una in studio ed una in cucina, un lampadario e una plafoniera, son fantastiche… costavano come una di queste da giardino… si ma qui per illuminare vialetto e giardino calcolo che me ne servirebbero da 7 a 9. Anche facendomene andare bene 7, son più di mille euro per illuminare il giardino. Migliore Philips Hue White Lucca Lampada da Parete da Esterno E27, 9.5 W, Antracit

Bellissimo design, non vedo l’ora di unirlo al palo da giardino. Peccato che luce sia una white abbastanza scarna, ha pochissimi colori (bianco e un po’ giallino). Penso alla fine sostituirò con una multicolor.

Ultima novità inserita nel catalogo hue di philips sono i prodotti della linea per esterni lucca, in pratica si tratta di colonnine e plafoniere pensate e realizzate per l’installazione con certificazione ip44 quindi capaci di resistere a pioggia anche forte da varie direzioni. Ho in prova due degli articoli appartenenti a tale serie lucca, per la precisione questa plafoniera da parete con dimensioni 17 x 21. 5 x 11,7 cm ed anche una colonnina da esterni che richiama il motivo a tre circonferenze, a dispetto della bella confezione in realtà all’interno troverete ben poco, unicamente la plafoniera e le istruzioni, la lampadina hue a led è smontata all’interno della plafoniera che comunque dovrà essere aperta con una apposita chiavetta torx che troverete in un sacchettino insieme ad una guarnizione passacavo da utilizzare per rendere il più possibile stagno l’interno, innestandola nel foro apposito. Tanta plastica, sia nel blocco posteriore che va fissato al muro tramite viti e tasselli non forniti in dotazione, sia nella parte bianca traslucida che visto il costo complessivo me la aspettavo almeno in vetro. Solo lo chassis antracite è in metallo. Per il fissaggio considerate che il suo peso si aggira si 1150 grami comprensivi di lampadinala lampada hue fornita in dotazione è una di tipo bianco caldo 2700 gradi kelvin con attacco e27, potenza 9. 5w e lumen massimi 806, vi rammento prima di chiudere il tutto di segnarvi il numero di serie perchè è importante per un corretto pairing con l’hub centrale. Detto questo lascio le mie ultime considerazioni al sistema hue, unica modalità per poter gestire queste lampade da esterno è appunto l’accoppiamento con una centralina detta hub venduta separatamente, che deve essere connessa ad internet per permetterci una agevole configurazione e gestione dell’impianto con accensioni programmate, oppure legate a schema alba/tramonto o ancora gestibile remotamente oppure in base alla nostra georeferenziazione grazie al gps dello smartphone, ne amo la facilità di installazione, la semplicità nella configurazione dei locali e dei punti luce sia interni che esterni, le soluzioni luminose, quasi pittoriche, già presenti in grado di creare ambienti caldi e confortevoli ma nel contempo ne detesto la assoluta dipendenza dalla rete dati, il necessario cablaggio del bridge e soprattutto il costo esorbitante non solo del kit ma soprattutto di lampadine ed accessori aggiuntivi. Il software di gestione all’interno del bridge così come quello presente nelle lampadine viene aggiornato remotamente senza particolari problematiche, qualche anomalia potrebbe manifestarsi in caso di black-out alla riaccensione di router e bridge che inevitabilmente porta a una illuminazione completa delle lampadine. Una ultima considerazione di tipo tecnico che voglio lasciarvi è sulla distanza di trasmissione rispetto all’hub, in realtà è un falso problema in quanto ogni lampada hue oltre a ricevere informazioni è in grado di ritrasmetterle pertanto a voi basta considerare che la prima unita esterna deve essere ad un massimo di una decina di metri rispetto a quella più prossima posizionata all’interno della abitazione, mentre fuori casa in mancanza di muri potranno riuscire a colloquiare tra loro fino ad una distanza di 20 metri reciproca e quindi non sono impossibili installazioni concatenate anche con centinaia di metri di distanza rispetto all’hub.